martedì 8 aprile 2014

Color study: two different brushes

A few posts ago, I was talking about a new brush that I tried to use . A sort of gradient brush / square / flat, that which gives a wonderful effect "digital painting ." It ' was a test , a study , but usually i use another brush, this is standard in photoshop , completely soft.
Here's an example : The first draw was done with the "new" brush , the second with the usual brush (soft).
The effects are very different and I could not choose the best. But the problem is not so much the brush , is the photo reference that helps with the source of light and volumes.

As you can see , both colors are nice, but the credit goes primarily to the photos from which I copied tones and volumes. How can you get such a result if you haven't the right references? When you do a commission , for example . You can't find the exact photo reference on the web. I usually use poser ( as I have already explained ), but more I look at photos, and more 3d program offers me so rigid shadows, like wood, which doesn't give this beautiful effect to my work. If use both brushes on a light source / volume created with poser , the result would not be so pleasant (I did some tests that will  not show ever !) .

I'm in the shit ! What should I do ?




Vi parlavo qualche post addietro, di un nuovo pennello che ho provato ad utilizzare. Una sorta di pennello sfumato/quadrato/netto, che da un meraviglioso effetto "digital painting". E' stata una prova, uno studio, ma solitamente uso un altro pennello, quello standard di photoshop, completamente sfumato.
Ecco un esempio: la prima colorazione è stata fatta con il "nuovo" pennello, la seconda con il solito pennello.
Gli effetti sono molto diversi e non saprei scegliere il migliore. Ma il problema non è tanto il pennello, è il riferimento fotografico che ti aiuta con la fonte di luce e volumi.

Come potete notare, entrambe le colorazioni sono belle (forse quella sfumata meno particolare perchè poco corposa), ma il merito va soprattutto alle foto da cui ho copiato toni e volumi. Come si può ottenere un tale risultato se non hai a disposizione le foto giuste? Quando si fa una commissione ad esempio. Impossibile trovare l'esatto riferimento fotografico nel web. Io di solito uso poser (come ho già spiegato) ma più osservo le foto, e più il programma 3d mi offre ombre legnose, che non donano questo bellissimo effetto al mio lavoro. Se io avessi utilizzato entrambi i pennelli su una fonte di luce/volume creata con poser, il risultato non sarebbe stato così gradevole (ho fatto prove che non vi mostrerò mai!!).

Sono nella cacca! cosa devo fare?

3 commenti:

  1. Ciao!
    Io faccio così: disegno il soggetto nella posizione che voglio cercando di dare un primo abbozzo di luci e ombre. Poi cerco riferimenti fotografici e non (magari altri disegni già fatti) che mi permettono di capire come sono le ombre. Magari prendo le ombre di un braccio da una foto, le ombre delle torso da un altro disegno che si avvicina alla posizione che ho disegnato e così via...
    questo è il mio metodo, ma non sono un professionista e quindi potrei darti un suggerimento completamente sbagliato :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Klaus!
    La tua idea non è male...ma quanto ci metti a trovare le foto adatte? E soprattutto, ti servono foto che comunque hanno tutte le stesse fonti di luce...no??? Roba da stare ore a cercare :7

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh si un pò di tempo ci metto, un pò ci metto un pò di fansia, però come ti dicevo io non devo fare nulla di professionale... :)

      Elimina